Il sonno dei ghiri produce dei sogni?

Screenshot_2015-02-27-21-35-32-1-1

Ogni quanto dormono le aquile? Con che umore si risveglia la pantera? Come esprime l’orso la tenerezza? Un’anatra come fa una carezza?

Come si chiama il verso di un gufo quando é arrabbiato? E l’ululare di un lupo che si sente cambiato? La risata di una gazzella mentre balla ad una festa? Il rumore dei pensieri di una falena alla finestra?

Un daino quanto tiene al mutuo rispetto? Una coccinella è ingenua se crede ad ogni detto? La libellula quanti dubbi si pone? Nel lettore del coccodrillo suona quale canzone?

Come si innamora nella savana una giraffa? Come impreca un procione che rompe una caraffa? Il mantello di una marmotta la protegge dai suoi tormenti? In cosa spera uno storione quando ha mal di denti?

Quale pianta assorbe il sangue dei safari? Il terrore dei leoni come volteggia se avesse le ali? Un tartufo mai scoperto passa indenne una guerra? Il complesso di un camaleonte trova rifugio sotto terra?

Un riccio si chiede se sapessi volare? Una chiocciola fantastica le onde del mare? La pioggia ricorda al gabbiano il gusto salato? Come piange una farfalla il compagno che se ne è andato?

A chi importa della fretta di una cavalletta? Chi cura una formica che non raggiunge la vetta?

Ma soprattutto. Il sonno dei ghiri produce dei sogni? Non sono solo domande, io li chiamo bisogni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.